Flash-Mob martedì 18 dicembre ore 16 in piazza Ferretto a Mestre per il punto nascita di Villa Salus

Condividiamo, pubblichiamo e diffondiamo il messaggio a favore del mantenimento del punto nascita in Villa Salus a Mestre (VE) e del parto naturale e rispettato

le mamme di Specialmente Mamma

 

OGGI LE DONNE DI QUESTA CITTA’ RIVENDICANO

IL DIRITTO A SCEGLIERE

PERCHE’ DOMANI, QUANDO IL PUNTO NASCITA DI VILLA SALUS SARA’ CHIUSO, SCEGLIERE NON SARA’ PIU’ POSSIBILE

Quelli riportati di seguito sono i DIRITTI che LE DONNE DI QUESTA CITTA’ hanno guadagnato PER  LORO STESSE E PER I LORO BAMBINI, giorno dopo giorno, negli ultimi 30 anni, non stancandosi mai di interrogarsi e interrogare le ostetriche e i medici degli ospedali di tutto il territorio veneziano.

La sensibilità del personale del punto nascita di Villa Salus ha permesso che i desideri e le richieste delle donne venissero, lì molto più che altrove, ASCOLTATI, CAPITI E ACCOLTI.

Quell’esperienza, che oggi si vuole chiudere, le donne se la sono sudata: solo per citare alcuni degli aspetti più eclatanti, ancora qualche anno fa la percentuale delle donne che subivano l’episiotomia era, soprattutto per le primipare, superiore al 90% e il tasso dei tagli cesarei superiore al 35-40% (di cui molti immotivati).

Ad oggi prima di partorire le donne possono presentare a Villa Salus una lista di quelle che sono le loro richieste, i loro desideri e le loro priorità, sapendo che saranno ascoltate, rispettate e sostenute. DOMANI, CHIUSO IL PUNTO NASCITA DI VILLA SALUS, QUESTA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE NON CI SARA’ PIU’.

Ci sarà unicamente la possibilità di andare in ospedale. Ma la gravidanza NON E’ UNA MALATTIA, E IL PARTO NON DEVE ESSERE UN INTERVENTO MEDICO-CHIRURGICO. Le donne che hanno la necessità di assistenza medica sia durante la gravidanza che durante il parto devono ovviamente potersi recare in ospedale, ma queste sono di certo una minoranza.

CHIEDIAMO IL MANTENIMENTO DI UN PUNTO NASCITA 

O DI UNA CASA DI MATERNITA’ IN QUESTA CITTA’

DOVE  SIA RISPETTATO IL DIRITTO DELLE DONNE E DEI LORO BAMBINI ALL’AUTODETERMINAZIONE
Com’era PRIMA   Com’è ADESSO

Tricotomia/depilazione non esiste più

Clistere obbligatorio prima del parto non esiste più

Episiotomia / taglio per facilitare l’uscita ridotto moltissimo

Manovra di Kristeller per facilitare l’uscita ridotta moltissimo

Posizione durante il travaglio: rigidamente a letto, supina posizioni che la donna richiede

Monitoraggio: rigidamente distese Monitor telemetrico o controlli più elastici

Rottura prematura delle membrane-acque ridotto moltissimo

Ritmi e tempi del travaglio: gestiti dalle ostetriche ritmi e tempi decisi dalla donna

Posizioni durante il travaglio: fisse, decise dall’ostetrica Posizioni decise dalla donna/travaglio in acqua

Posizione durante il parto: sul lettino, supina e legata Posizioni decise dalla donna/parto in acqua

Solitudine della donna durante travaglio e parto Presenza del compagno o persona di fiducia

Taglio del cordone ombelicale immediato Taglio solo quando il cordone finisce di pulsare

Rumori, luci forti, Luci soffuse, rumori ovattati

BIMBI, PRIMA BIMBI, ORA

Bambino portato via subito Primo contatto mamma-bambino in sala parto

Bambino lavato sotto rubinetto velocemente Bagnetto come ritorno alla pancia della madre

Puliti subito dopo la nascita e portati al nido Lasciati sulla pancia della mamma

No alla suzione immediata Suzione immediata – favorito l’imprinting

Taglio cordone immediato/rischio di anemizzazione Taglio solo quando non pulsa più, per favorire il passaggio graduale alla respirazione

Medicinali antibiotici preventivi (collirio, etc.) Possibilità di usare rimedi omeopatici

Allattamento a orari fissi Allattamento a richiesta

Allontanamento del bambino, sempre al nido Rooming-in, bambino in stanza con mamma

Aggiunta di latte artificiale di routine No biberon, sostegno dell’allattamento al seno

Ciuccio per tutti Ciuccio solo se scelto della mamma

Visite dei papà solo attraverso il vetro Possibilità per i papà di visite lunghe, e di rimanere a dormire con la mamma e il bambino in una camera famigliare durante la prima notte dopo il parto.

PARTORIRE E’ UN EVENTO IMPORTANTE PER UNA DONNA E PER IL SUO BAMBINO, CHE APPARTIENE PRIMA DI TUTTO A LORO. 

E’ ORAMAI UN’EVIDENZA SCIENTIFICA IN TUTTA EUROPA CHE UNA BUONA ESPERIENZA DI PARTO PUO’ FARE LA DIFFERENZA SULLA SALUTE DI ENTRAMBI: RISPETTARE LA NATURALITA’ DEL PARTO E’ SALUTE. SOSTENERE L’ATTACCAMENTO DONNA-BAMBINO E’ SALUTE. 

PRIMA LE DONNE E I BAMBINI.

Comitato Cittadino NO VILLA SALUS NO PARTI

 

No Villa Salus No Parti, No Villa Salus No Party, Villa Salus, Mestre, flash mob, martedì 18 dicembre, piazza ferretto, ore 16, chiusura, parto rispettato, 800 parti all’anno, nascita senza violenza, Specialmente Mamma, comitato

20121216-113908.jpg

20121216-113918.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...